CONCORSO LETTERARIO: LA SCRITTURA NON VA IN ESILIO

 

Gli studenti dell’Istituto Massimo partecipano ogni anno al progetto Finestre, organizzato dal Centro Astalli che prevede un percorso interculturale sul diritto d’asilo, basato sull’incontro tra gli studenti e un testimone rifugiato, che racconta la propria storia e risponde alle domande e alle curiosità dei ragazzi.

Il progetto prevede inoltre la possibilità di partecipare al concorso letterario “La scrittura non va in esilio”, scrivendo un racconto che affronti un tema a scelta tra il diritto di asilo, l’immigrazione, il dialogo interreligioso, la società interculturale.

Al primo classificato è destinato un corso di formazione a scelta tra scrittura creativa, fotografia, fumetto o storytelling, del valore di 500 euro.

La premiazione avviene ogni anno ad ottobre presso l’Auditorium dell’Istituto Massimo con una grande festa, occasione per ricordare, come sostiene P. Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli, che “lavorare con il mondo della scuola, con i giovani, significa gettare fondamenta solide su cui costruire società inclusive, plurali e democratiche. Investire in cultura, conoscenza e incontro con l’altro è la via migliore per un futuro di pace e in cui l’altro sia sempre da conoscere e accogliere, mai da rifiutare”.

Iscriviti alla Newsletter di Istituto: