Rete sì, ma senza trappole. A lezione con la Polizia Postale

Pubblicata in: Scuola Primaria, Liceo Scientifico, Liceo Classico, Scuola Secondaria di primo grado

Grande interesse dei nostri studenti in occasione degli incontri organizzati dall’Associazione Genitori Massimo sull’uso responsabile dei social network e contro il cyberbullismo a cui hanno partecipato tutti gli alunni compresi fra il quinto anno della primaria e i primi due anni della secondaria di secondo grado.

Agli incontri, condotti da esperti della Polizia delle comunicazioni durante l’orario scolastico, gli studenti hanno partecipato attivamente, dimostrando sensibilità ed entusiasmo per i temi trattati.

I Nativi Digitali fanno oggi un uso massiccio dei nuovi mezzi di comunicazione, vivono immersi in questa realtà virtuale che è parte del loro mondo vitale ed è anche strumento con il quale definiscono loro stessi e il contesto che li circonda.

Non sempre però i ragazzi sono capaci di prendere coscienza dei rischi e dei limiti di tali mezzi.

L’obiettivo degli incontri è stato proprio quello di approfondire le caratteristiche dei Social e di sensibilizzare e responsabilizzare i nostri alunni al loro utilizzo.

Educare alla “media-education” risulta ormai essere un dovere essenziale e a questo scopo si darà continuità a tale tipo di formazione proponendo anche ai docenti e ai genitori una serie di appuntamenti per l’approfondimento di tale tematica, sempre con l’ausilio degli specialisti della polizia postale.

Le foto


una scuola della Rete
Gesuiti Educazione